Jorge Díaz, La collezionista di lettere

«Il giorno del matrimonio sarà anche il più bello della vita, ma ti assicuro che quello prima non lo è affatto.» È dal mattino presto che i colpi risuonano nel palazzo dei marchesi di Alerces. I falegnami stanno costruendo il palco da cui l’orchestra dell’Hotel Ritz allieterà il banchetto che i marchesi offriranno il giorno […]

Benito Pérez Galdós, Misericordia

A somiglianza di certe persone, la parrocchia… o meglio, la chiesa di San Sebastián… presenta due facce, senza dubbio più buffe che belle: con una guardia ai quartieri bassi, infilandoli per via Cañizares, con l’altra al feudo mercantile di Plaza del Ángel. Avrete notato in entrambe le facce una bruttezza ridente, del più puro Madrid, […]

Mac e Apple in traduzione

La casa è una cosa. L’ufficio è un’altra. L’industria dei computer è ora nella situazione di vedere una replica dello scontro tra Apple e IBM. Solo che questa volta i risultati molto probabilmente saranno differenti perché Apple sta giocando sul territorio di IBM. Apple sta cercando di spostarsi nel vuoto lasciato dal ritiro di Digital […]

David Trueba, Quattro amici

                  D’estate, perfino i paesi disabitati mettono in ghingheri le loro vie, spendono una barca di soldi nel budget per le lampadine colorate e friggono salsicce in onore della Madonna della Paloma o del santo patrono. Di solito le sagre estive sono un miscuglio tutt’altro che raffinato […]

Ramó María del Valle-Inclán, Tirano Banderas

La traduzione di Tirano Banderas prevista per la lezione 2, del corso dallo spagnolo. Confrontate il vostro lavoro. Filomeno Cuevas, creolo campagnolo, aveva deciso di armare quella notte i suoi contadini coi fucili nascosti in un bosco; e i servi indii, in ordine sparso, avanzavano nelle lagune di Ticomaipu. Luna chiara, orizzonti notturni profondi di […]

Second Hand di Michael Zadoorian

Facile, dire “I’m sorry” Un’altra cosa interessante su di lei: non ha detto “Mi dispiace” quando ha saputo che mia madre era morta. È una cosa che mi ha già stufato. Dici a qualcuno che tua madre è morta, e quello si scusa.  (In effetti non so mai cosa dire, quando qualcuno mi informa che […]

Un saggio narrativo

Ecco il brano della settimana, “The Secret Letters of the Monk Who Sold His Ferrari”, di Robin Sharma. L’imperativo nella traduzione era la naturalezza. Bisognava restituire un testo piacevole da leggere e senza intoppi, cercando di rimanere fedeli agli intenti e alle espressioni colloquiali utilizzate dall’autore. In particolare, l’incipit non doveva perdersi in inutili giri di parole e i […]

António López, The Memory of God in a Technological Culture

Le frasi di questo testo non hanno una costruzione tipicamente “anglosassone”, infatti l’autore non è di madrelingua inglese. Si tratta di un argomento piuttosto complesso, e nella traduzione bisogna restituire al lettore un discorso che segua un filo logico, senza andare a complicare o abbellire inutilmente. La bellezza della nostra esistenza, della nostra gloria, dipende dalla memoria che […]

Intervista a Isabella Zani: il dialogo fra traduttori

Ciao Isabella, prima di tutto vuoi presentarti ai nostri corsisti? Come hai cominciato a tradurre, e quali autori da te tradotti ami di più? Buongiorno a tutti, e grazie per l’invito. Ho 46 anni, un diploma di liceo linguistico dove ho studiato inglese e tedesco, una laurea breve in Relazioni pubbliche e comunicazione d’impresa conseguita […]

Dall’altra parte della cattedra (virtuale)

(29 maggio 2014 – dal blog Diario di una traduttrice) A due settimane dal termine del corso Tradurre per l’editoria, è giunta l’ora di tirare le somme di questa bellissima ed emozionante esperienza. In passato ho frequentato diversi corsi e seminari sulla traduzione, e sono sempre stata convinta della necessità di imparare da chi svolge realmente […]