Mary Shelley, Frankenstein e Ian McEwan, L’inventore di sogni

Frankenstein  Editore: Giunti Traduzione di: Nicoletta Della Casa Porta A Mrs Saville, Inghilterra San Pietroburgo, 11 dicembre 17** Sarai felice di sapere che all’inizio di un’impresa, da te sempre avvertita come carica di brutti presagi, non è stato, in realtà, accompagnato da alcuna disavventura. Sono arrivato qui solo ieri e il primo pensiero che ho … Continua a leggere Mary Shelley, Frankenstein e Ian McEwan, L’inventore di sogni

Annunci

Chesil Beach, di Ian McEwan

Traduzione di Susanna Basso, Einaudi Erano giovani, freschi di studi, e tutti e due ancora vergini in quella loro prima notte di nozze, nonché figli di un tempo in cui affrontare a voce problemi sessuali risultava semplicemente impossibile. Anche se facile non lo è mai.  Si erano appena seduti a cena nella saletta minuscola al … Continua a leggere Chesil Beach, di Ian McEwan

Ian McEwan, L’amore fatale. Esercitazione finale dall’inglese

L’inizio è facile da individuare. Eravamo al sole, vicino a un cerro che ci proteggeva in parte da forti raffiche di vento. Io stavo inginocchiato sull’erba con un cavatappi in mano, e Clarissa mi porgeva la bottiglia – un Daumas Gassac del 1987. L’istante fu quello, quella la bandierina sulla mappa del tempo: tesi la … Continua a leggere Ian McEwan, L’amore fatale. Esercitazione finale dall’inglese