Raquel Díaz Reguera, Di mamma ce n’è una sola e qui c’è posto per tutte

Traduzione di Anita Taroni Di mamma ce n’è una sola, ciascuno ha la sua, e qui ci sono tutte. Tutte quelle in cui anche la tua può trasformarsi senza mai smettere di essere quella che conosci da sempre. Occorre precisare, infatti, che una sola categoria, per una mamma, non basta mai: una Mamma Tra le nuvole … Continua a leggere Raquel Díaz Reguera, Di mamma ce n’è una sola e qui c’è posto per tutte

Annunci

Ragazze elettriche, di Naomi Alderman

Nottetempo Traduzione di Silvia Bre Mentre lo fanno, gli uomini chiudono Roxy nell’armadio. Ciò che non sanno è che lei è già stata chiusa in quell’armadio, prima d’allora. Quando fa la cattiva, sua madre la mette lì. Solo per pochi minuti. Finché non si calma. Un po’ alla volta, durante le ore passate lì dentro, … Continua a leggere Ragazze elettriche, di Naomi Alderman

Carmen Mola, La fidanzata gitana

Traduzione di Serena Rossi «¡Su-sa-na!, ¡Su-sa-na!, ¡Su-sa-na!» Le amiche di Susana gridano, applaudono, ballano entusiaste, così come hanno fatto quelle delle altre quindici o venti fidanzate che hanno conosciuto oggi, venerdì, nel Very Bad Boys, in calle Orense. Neanche un uomo tra il pubblico, tutte donne, a festeggiare addii al nubilato o riunioni di amiche; … Continua a leggere Carmen Mola, La fidanzata gitana

Javier Cercas, Le leggi della frontiera

Traduzione di Marcella Uberti-Mona «Cominciamo?» «Cominciamo. Però prima mi permetta di farle un’altra domanda. L’ultima». «Prego». «Perché ha accettato di scrivere questo libro?» «Non gliel’ho ancora detto? Per denaro. Mi guadagno da vivere scrivendo.» «Sì, lo so, ma davvero ha accettato solo per questo?» «Bé, è anche vero che non tutti i giorni capita l’opportunità … Continua a leggere Javier Cercas, Le leggi della frontiera

Correre, di Jean Echenoz

Adelphi Edizioni, traduzione di Giorgio Pinotti I tedeschi sono entrati in Moravia. Sono arrivati a cavallo, in macchina, in motocicletta, in camion ma anche in carrozza, seguiti da unità di fanteria e da colonne di rifornimento, poi da qualche semicingolato di piccola taglia e poco altro. È ancora presto per vedere i grandi Panzer Tiger … Continua a leggere Correre, di Jean Echenoz

Marian Izaguirre, La vita quando era nostra

Traduzione di T. Gibilisco Fa freddo. È solo ottobre ma sembra già pieno inverno. Per la prima volta ho tirato fuori il cappotto, e siccome oggi è nuvoloso e c’è vento, ho deciso di mettermi un foulard in testa. È un vecchio fazzoletto di seta che a volte porto attorno al collo, con la mia … Continua a leggere Marian Izaguirre, La vita quando era nostra

Intervista a Simona Viciani: traduttrice di Bukowski

Ciao Simona, prima di tutto ti chiederei di presentarti ai nostri corsisti. Sei la traduttrice italiana di Bukowski: come sei arrivata a questo autore e come ti sei avvicinata alla traduzione in generale? Ciao, buongiorno a tutti. Bukowski è l’autore che amavo fin da ragazzina. Ho cominciato a leggerlo quando avevo quindici anni. A cavallo … Continua a leggere Intervista a Simona Viciani: traduttrice di Bukowski

Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wilde

Giunti Editore, traduzione di Luciana Pirè             Lo studio era pervaso dal sontuoso profumo delle rose e, quando la brezza estiva frusciava lievemente tra gli alberi del giardino, dalla porta aperta penetrava l’intenso effluvio dei lillà o la più delicata fragranza delle rose canine. Dall’angolo del divano di cuoio orientale sul quale era sdraiato, fumando … Continua a leggere Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wilde

Jorge Díaz, La collezionista di lettere

«Il giorno del matrimonio sarà anche il più bello della vita, ma ti assicuro che quello prima non lo è affatto.» È dal mattino presto che i colpi risuonano nel palazzo dei marchesi di Alerces. I falegnami stanno costruendo il palco da cui l’orchestra dell’Hotel Ritz allieterà il banchetto che i marchesi offriranno il giorno … Continua a leggere Jorge Díaz, La collezionista di lettere