Il giro del mondo in 80 giorni, di Jules Verne

Traduzione di S. Valenti, editore Feltrinelli

Nell’anno 1872, la casa segnata con il numero 7 di Saville Row, Burlington Gardens – nella quale morì Sheridan nel 1814 – era abitata da Phileas Fogg, uno dei membri più originali e più in vista del Reform Club di Londra, nonostante il suo apparente proposito di non far nulla che potesse attirare l’attenzione altrui.

A uno dei più grandi oratori che onorano l’Inghilterra, succedeva dunque quel Phileas Fogg, personaggio enigmatico, del quale non si sapeva nulla, tranne ch’era un gran galantuomo e uno dei più gentlemen dell’alta società inglese.

Si diceva che somigliasse a Byron – per la sua testa, perché, quanto ai piedi, non aveva il minimo difetto – ma un Byron con baffi e favoriti, un Byron impassibile, che avrebbe potuto vivere mille anni senza invecchiare.

Phileas Fogg, inglese certamente, non era, forse, londinese.

Non era mai stato visto né alla Borsa, né alla Banca, né in alcuno degli uffici commerciali della città. E nemmeno i bacini, né i dock di Londra avevano mai accolto una nave che avesse per armatore Phileas Fogg. Quel gentleman non figurava in nessun Consiglio d’Amministrazione; il suo nome non si era mai udito pronunziare in un collegio d’avvocati, né al Tempio, né a Lincoln’s Inn, né a Gray’s Inn. Mai egli arringò alla Corte del Cancelliere, né al Banco della Regina, né allo Scacchiere, né in Corte ecclesiastica. Non era industriale, né commerciante, né mercante, né agricoltore. Non faceva parte né della Reale Istituzione della Gran Bretagna, né dell’Istituto di Londra, né dell’Istituzione degli Artigiani, né dell’Istituzione Russel, né dell’Istituzione letteraria dell’Ovest, né dell’Istituzione del Diritto, né di quella Istituzione delle Arti e delle Scienze riunite che è posta sotto il diretto patronato di Sua Graziosa Maestà. Non apparteneva, insomma, ad alcuna delle numerose associazioni che pullulano nella capitale dell’Inghilterra, dalla Società dell’Armonica fino alla Società entomologica, fondata principalmente con lo scopo di distruggere gli insetti nocivi.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: