J.D. Salinger, Franny e Zooey

franny-and-zooey_273736Anche se c’era un bel sole, sabato mattina era di nuovo tempo da cappotto, non da soprabito, com’era stato tutta la settimana e come tutti avevano sperato continuasse durante il gran week-end, il week-end dell’incontro con lo Yale. Dei venti e più giovanotti in attesa alla stazione che le loro ragazze arrivassero col dieci-e-cinquantadue, non più di sei o sette erano fuori sul marciapiede freddo e scoperto. Gli altri, senza cappello e avvolti nel fumo, erano sparsi in gruppetti di due, di tre o di quattro, per la sala d’aspetto riscaldata. Parlavano con voci nelle quali, quasi senza eccezione, risuonava l’accento dogmatico dei college, come se ciascuno di quei giovanotti, nelle sue stridule battute, stesse liquidando una volta per tutte un qualche profondissimo problema che il mondo degli estranei, dei profani, aveva, magari apposta, inutilmente complicato per secoli.

Lane Coutell, che doveva avere una fodera di lana abbottonata sotto il Burberry, era uno dei sei o sette ragazzi in attesa sul marciapiede scoperto. Cioè, era e non era uno di loro. Per dieci minuti o anche più era rimasto ostentatamente in disparte dalla conversazione degli altri ragazzi, la schiena appoggiata alla rastrelliera degli opuscoli gratuiti della Christian Science, le mani senza guanti infilate nelle tasche dell’impermeabile. Portava una sciarpa marrone di cashmere che gli si era arrampicata sul collo, lasciandolo quasi senza riparo. Improvvisamente, con aria di noncuranza, tirò fuori la mano destra dalla tasca e si mise ad aggiustarsi la sciarpa, ma prima che fosse a posto cambiò parere e adoperò la stessa mano per pescare una lettera dalla tasca interna della giacca. Cominciò subito a leggerla, la bocca semiaperta.

La lettera era scritta – scritta a macchina – su carta azzurro pallido. Era stropicciata, sgualcita, come se fosse stata tolta dalla busta e letta già parecchie volte.

(Traduzione di R.C. Cerrone e R. Bianchi)

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: