La zattera non è la riva

zatt

Berrigan: Il concetto del ricordo mi ha sempre affascinato. Raramente la gente pensa alla memoria come a un potere creativo, che riunisce diverse percezioni del tempo e ci impedisce di vagare semplicemente qua e là facendo eco ad altre persone ed eventi. Come farebbe un chirurgo, noi «ri-membriamo» un arto amputato, un corpo o un osso rotto. Ciò significa che riuniamo in un solo corpo diverse vite spezzate. Anche l’abilità di attingere al futuro, di ri-membrare il futuro, mi sembra un concetto molto ricco. Troppe persone credono che la memoria significhi soltanto rivangare il passato, soprattutto per quanto riguarda le sofferenze, le sconfitte, i ricordi di errori passati, della morte, della separazione dalla famiglia, delle umiliazioni personali. Ben pochi hanno vite così articolate che la loro memoria può osservare anche il futuro con tutta tranquillità, semplicemente perché il loro presente è abbastanza intenso e persino… persino felice.

Nhat Hanh: Stavo pensando a un altro significato della parola ri-membrare. In francese si parla di recueillement per descrivere l’atteggiamento di chi cerca di essere se stesso, di non disperdersi con una parte del corpo qui e un’altra lì. Si cerca di riprendersi, di tornare in forma, per essere di nuovo un tutt’uno.

E penso che questo sia l’inizio della consapevolezza. La gente parla di illuminazione improvvisa. Non è una cosa molto difficile da capire; ognuno di noi ha affrontato questa esperienza nella propria vita, anche più volte. La distanza che separa l’oblio e l’ignoranza dall’illuminazione è breve; così breve che non vi è alcuna distanza. Possiamo essere ignoranti un momento e illuminati in quello successivo. Ci si può rimettere in sesto anche in una frazione di secondo. Ed essere consapevoli di chi siamo, di cosa siamo, di cosa stiamo facendo, di cosa stiamo pensando, sembra una cosa molto semplice, eppure è la più importante di tutte: se recueillir, il punto di partenza per la nostra salvezza.

(Traduzione di Thais Siciliano)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: